SAN VALENTINO 13-14 Febbraio 2021: il Covid non ferma l’amore

La ricerca del Bello, del Buono e del Buon Vivere, è da anni al centro di ogni iniziativa firmata Terretrusche Events, leader nell’organizzazione di grandi eventi legati all’enogastronomia.

Questo tempo di limitazioni alla nostra abituale libertà di movimento ci ha portato a ripensare al concetto di CONFINE : non più limite invalicabile, ma al contrario luogo fisico e spazio ideale di INCONTRO tra due terre, quella Toscana e quella Umbra, che si corteggiano da millenni.

A San Valentino vogliamo raccontarvi la storia di un amore che ha radici antiche e di come Cortona, mollemente adagiata sul colle, da sempre si specchi nelle acque misteriose e vitali del Lago Trasimeno.

Abbiamo pensato all’immenso arricchimento che può nascere dalla contaminazione tra culture, racconti, tradizioni tra questi due luoghi di confine… perché l’amore e la speranza non conoscono barriere, nemmeno in tempo di Covid.

San Valentino sarà dunque l’occasione per celebrare la rinnovata unione tra Umbria e Toscana, accomunate dalla stessa passione per quella buona tavola fatta di piccole cose, magistralmente tramandate dalla cultura di contadini e pescatori.

Racconta Vittorio Camorri di Terretrusche Events : “abbiamo deciso di lanciare questo nuovo progetto nel giorno di San Valentino per andare oltre i confini, e per iniziare un percorso di valorizzazione e di promozione di due terre che – se pur geograficamente separate da confini territoriali – sono da sempre unite nella cultura gastronomica. Ricordo con nostalgia l’ape del pescivendolo che ogni settimana arrivava nelle aie della nostra campagna per portare il pesce di lago e di come l’ape venisse subito circondata dagli animali da cortile, oche, polli, faraone e dalle donne che accorrevano per acquistare il pesce.

Rivedo quel gesto del pescivendolo che tirava fuori la bilancia con il piatto di rame e il suo peso che ticchettava scendevo nell’asta graduata, e che – tra una vendita e l’altra – raccontava storie di lago e di grandi pesci pescati con quel suo dialetto umbro che, se pur vicino, era tanto diverso dal mio…Il lago incontrava la campagna, la carpa regina diventava porchetta, la tinca si tuffava nel pomodoro dell’orto , si aspettava con ansia il latterino da mangiare bollente e le nonne non vedevano l’ora di insegnarti a mangiarlo tutto intero, testa compresa “.

Uniti da anni di proficua collaborazione ed accomunati dalla stessa passione per la tradizione culinaria di queste due terre di confine, lanciamo il progetto Amori di confine con la chef umbra Catia Ciofo che firmerà il menu di San Valentino: “E’ la storia di in un amo e di un’onda che tra i suoni di un megafono… si racconta Quel giorno in casa ogni particolare era speciale dalla conca al grembiule in un piatto tutto si sarebbe potuto fare. Lo sfrigolare nell’olio del piccolino e il rosso borbottare del sugo vicino. Nella storia ci sono dei cerchi perfetti come quelli che i pescatori anellano in reti senza difetti. Ma è la mano di un bambino che si stringe e s’intreccia, come il cuore… a quella del nonno vicino.”

Sposo con entusiasmo la filosofia di Vittorio Camorri di Terretrsuche Events – prosegue Catia – i cui eventi da sempre valorizzano un territorio portandone le eccellenze nelle cucine dei grandi ristoranti italiani, coinvolgendo i migliori chef stellati . La ragione di fondo dovrà essere il riportare anche nei menù e nelle carte dei nostri ristoranti ciò che ci offre “ il nostro territorio”, valorizzando quelle materie prime troppo spesso dimenticate perché ritenute secondarie.

Ringraziamo la Cooperativa Pescarori Lago Trasimeno e il suo presidente Walter Sembolini per averci messo a disposizione “I SAPORI DEL TRASIMENO”, pesce esclusivamente di cattura e non di allevamento, lavorato in maniera artigianale utilizzando solo prodotti naturali e riconoscendo il valore etico del giusto compenso a tutta la filiera (dal pescatore alla sfilettatrice).

Il pesce del lago Trasimeno tornerà ad incontrare l’aglione della Valdichiana e gli animali di bassa corte che aspettavano l’ arrivo del pescatore dal vicino lago…

Nel menù della passione tra le due terre di confine ci saranno sguardi, abbracci, baci, complicità, passione, dolce storia d’amore:

Sguardi tra Testo e Rete

Abbracci in un Cannellone alla sua Faraona

Baci candidi di Tinca e Tartufo

Complicità tra Persico e Fagiolina in un letto d’insalata all’aglione

Ardente Passione di Coniglio in un pomo d’amore e la sua Rapa verde

Dolce Perugina da scartare nei gusti di una cittadina che ne racconta, con emozione,

tutta la storia d’amore Attraverso questi piatti vi racconteremo l’amore tra Umbria e Toscana e getteremo le reti verso il futuro, nella speranza che presto torneremo a viaggiare e far conoscere al mondo intero la nostra terra di confine.