La 29a edizione della Kermesse, prevista a Merano dal 6 al 10 Novembre, è rimandata dal 26 al 30 marzo 2021, in Alto Adige. In un anno terribile che ha visto già saltare altre manifestazioni come Vinitaly, Prowine, e il Fivi
(mercato dei vini e vignaioli indipendenti). 

A portare alla cancellazione del Merano Wine Festival 2020 sono state le decisioni prese in Alto Adige, rispetto all’emergenza Coronavirus. 

Helmuth Köcher è stato pronto a svolgere per quest’anno un’edizione digitale: “Le Aziende potranno avere la stessa visibilità, soltanto che invece che essere in presenza, sarà in digitale”. Così hanno puntato su un’edizione 2020 digitale, visto che la piattaforma a cui Köcher stava lavorando da maggio, era pronta a partire. 

L’edizione di questo anno si è svolta online, con le seguenti date dal 6 al 10 Novembre. 

È possibile l’interazione con i produttori, partecipare a degustazioni online e showcooking, grazie ad App come Telegram. 

Si sono evidenziate le schede tecniche dei vini premiati, le specifiche delle cantine e tutte le descrizioni utili. 

L’obiettivo è organizzare una 29a edizione speciale: ottenendo già la disponibilità di tutte le sale. Un periodo, che segna la rinascita. I premi saranno reali. 

Le aziende premiate: 

Da Masciarelli a Marisa Cuomo, da Gianfranco Fino a Planeta, da Quintodecimo a De Buris, da Terlano a Maso Martis, da Ca’ Viola a Poderi Luigi Einaudi, da Duemani ad Ornellaia, poi da Costaripa a Bastianich, alcune delle cantine premiate nella sezione wines ( I vini entrati sul mercato quest’anno) e Old Vintages (per quelli con più di 10 anni) con i the wine Hunter Award Platinum, assegnati da the wine Hunter Helmuth Köcher. 

Riconoscimenti assegnati in diretta sulla piattaforma digitale wine Hunter hub, la stessa su cui dal 6 al 10 Novembre è andata in scena la versione digitale del Merano Wine Festival. 

Appuntamento in presenza allora per Marzo del 2021 per brindare tutti insieme. 

www.meranowinefestival.com