Tamara Cinciripini foodblogger di successo, nata nel 1979, moglie e madre di due maschietti. Curiosa della vita e sempre con la voglia di fare mille cose. Il suo problema più grande è che non riesce a stare zitta nè tanto meno ferma ( ah ecco….sono due allora di problemi) . Pur avendo perso il padre durante l’adolescenza, non ha mai perso il sorriso ed ha fatto delle mancanze i suoi punti di forza.

L’abbiamo intervistata:

Ciao Tamara, partiamo dal nome del tuo blog, perché perle e ciambelle?

Perle e Ciambelle nasce dall’unione delle  mie 2  passioni principali : la creazione di bigiotteria artigianale e la cucina! Dopo aver lavorato per anni come impiegata nel settore amministrativo per un ‘impresa molto nota della mia zona, mi sono ritrovata a casa ( per scelta mia ) a fare la mamma….da lì la voglia di dedicarmi a qualcosa di mio, a qualcosa che mi piacesse e mi realizzasse….ecco come nasce Perle e Ciambelle.

Mamma di due bambini, foodblogger ed anche creatrice di bijoux artigianali, come riesci a coniugare tutto?

I miei ragazzi, Daniele e Davide, mi hanno tenuta molto impegnata quando erano più piccoli, diciamo che sono quasi due gemelli poichè la differenza di età è di soli 21 mesi! E come molte mamme sanno, i bimbi piccoli spesso si ammalano, ecco che mi ritrovavo a casa a badare a loro per settimana senza poter uscire! Sono sempre stata molto “vivace”, odio restare con le mani in mani e tenermi occupata mi fa stare bene : così il  mio tempo a casa lo sfruttavo al meglio! Ora la creazione di bigiotteria è momentaneamente sospesa : il blog mi impegna tantissimo e con lui altre attività connesse! Sono membro del consiglio direttivo di AIFB – Associazione Italiana Food Blogger e inoltre lavoro saltuariamente in un antico molino a pietra qui ad Ascoli Piceno….capirete che di tempo libero ne resta davvero pochissimo! Ma nonostante tutto sono già proiettata verso nuovi progetti…

 

Perle e Ciambelle è stato Contributor di Expo worldrecipes, il ricettario globale di Expo Milano 2015, ha rappresentato un grande obiettivo.

Expo worldrecipe è stata una grande opportunità oltre ad essere stata un importante vetrina per me e per il mio blog.

Dici nel tuo blog che in parte ti ispiri alla cucina della tua regione (Marche), quali sono le ricette tipiche?

Di ricette tipiche nel mio blog ne trovate tante : dalle nostre amatissime olive all’ascolana, alle seppie con piselli o al  brodetto alla sambenedettese….tutte ricette fedeli alle originali come tradizione insegna. Partendo da queste poi cerco di ispirarmi ad una cucina più “fresca” ed originale mettendoci dentro tutta la mia creatività e passione per la cucina.

Collabori con Cucina Mancina, come nasce questo sodalizio?

Cucina Mancina è un ottimo portale per chi ha problemi di intolleranze o semplicemente per chi ama mangiare in modo sano, magari senza zucchero o senza grassi. Il mio blog non è assolutamente orientato a questo stile di vita, ma per soddisfare anche coloro che devono o semplicemente amano mangiare in modo più salubre ogni tanto anche io pubblico ricette di questo genere . Chi mi segue credo lo faccia sopratutto perchè sul mio sito può trovare ricette dalla A alla Z !

Quali sono gli ingredienti che preferisce usare?

Assolutamente ingredienti di stagione e del mio territorio!

 

Facciamo il gioco della Prova del cuoco: ci inviti tutti a cena cosa prepari?

Se vi invitassi tutti a cena vi preparerei di certo una pasta all’uovo tirata a mano : tagliatelle o anche un bel tortello ripieno. Per secondo un brodetto di pesce accompagnato da pane fresco rigorosamente home made! Per dessert una freschissima cheesecake scomposta con della frutta fresca…. 

“Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare”, lo dici nel tuo blog, tu a chi pensi quando lo fai?

Io cucino pensando ai miei figli : sono i giudici più severi e sono anche due bongustai!

 

Nuovi progetti per il tuo blog?

….di nuovi progetti ce ne sono…. ma per il momento li tengo chiusi nel cassetto : ad anno nuovo credo di cominciare a muovermi per far si che non restino solo dei sogni ma che si concretizzino in progetti importanti.