Primavera alla cantonese

È tempo di belle giornate, di passeggiate, di trasferte di piacere e di picnic all’aperto. E cosa c’è di meglio di un piatto gustoso e colorato da poter inserire nella nostra merenda al sacco? Ecco, la ricetta che vi propongo è un classico intramontabile della cucina orientale che ben si presta a queste giornate: il riso alla cantonese.
Tipico piatto appartenente alla cucina cinese. Nella ricetta classica, viene usato il riso a chicco lungo, come il Basmati e il Jasmine. Questo piatto richiede la cottura anticipata del riso che deve asciugarsi e raffreddarsi a temperatura ambiente, vi consiglio quindi di prepararlo la sera prima per il pranzo del giorno dopo.

Ingredienti per 2 persone
-160g di riso fino tipo Jasmine o Basmati
-320g di acqua (ossia 2 volte il peso del riso)
-80g di cubetti di prosciutto cotto affumicato di Praga
-80g di piselli congelati (o freschi, mai quelli in scatola!)
-1 uovo 
-olio di arachidi
-sale
-pepe
-semi di sesamo

cantonese

Sciacquate il riso fino a quando l’acqua risulterà trasparente. Versate i chicchi lavati in una pentola, aggiungeteci l’acqua e mettete sul fuoco a fiamma viva coprendo il riso con un coperchio   e non aggiungete sale. Quando l’acqua comincia a bollire potete abbassare la fiamma al minimo e lasciar cuocere fino ad assorbimento dell’acqua, ci vorranno circa 10-12 minuti. Una volta cotto, versate il riso in un contenitore non metallico (meglio di legno o di ceramica) e farlo raffreddare a temperatura ambiente per poi usarlo almeno 8 ore dopo.
A questo punto potete passare alla seconda fare della ricetta. Versate nel wok un paio di cucchiai di olio e fatelo scaldare bene. Sbattete l’uovo aiutandovi con le bacchette di legno, aggiungendo sale e pepe e poi versatelo nel wok strapazzandolo bene fino a romperlo. Sbollentate i piselli e, una volta scolati, fateli asciugare bene; tagliate il prosciutto in piccoli cubetti ( circa la grandezza dei piselli). Aggiungete il tutto all’uovo strapazzato e fate rosolare. Bene, ora mettete da parte. Nel wok, bello insaporito dai precedenti ingredienti, aggiungete 4-5 cucchiai di olio e una manciata di semi di sesamo e fateli tostare, insaporendo così l’olio. Fatto ciò, potete toglierli o lasciarli (io li lascio perchè li adoro).  Metteteci ora il riso che dovrà sfrigolare, dividetelo e giratelo bene aiutandovi con una spatola sempre in legno. Ora potete aggiungere il sale. Fate rosolare e aggiungete il condimento precedentemente preparato; fate saltare aggiustando eventualmente con altro sale e pepe. Se avete a disposizione dell’olio di sesamo aggiungetene un cucchiaio a crudo.

Potete servire il riso accompagnato dalla salsa di soia, anche se nella ricetta originale non è prevista. Obbligatorio, come sempre, l’uso delle bacchette!

Buon appetito e buon picnic!

The following two tabs change content below.
Raffaella Amistà

Raffaella Amistà

Architetto di formazione e creativa, scopre la sua passione per la cucina alla tenera età di cinque anni con la sua prima tortina di fango. La sua bravura tra i fornelli le ha fruttato diverse proposte di matrimonio e di convivenza. Nella sua rubrica WHAT A WONDERFOOD WORLD viaggia in lungo e in largo tra i sapori del mondo reinterpretandoli attraverso la cucina mediterranea
Raffaella Amistà

Ultimi post di Raffaella Amistà (vedi tutti)

Send this to friend

Continuando la navigazione su questo sito, accetti l'utilizzo di cookies. più informazioni

Le impostazioni dei cookie su questo sito sono impostati su "permetti" per darti la miglior esperienza di navigazione possibile. Se continui a navigare in questo sito web senza cambiare le tue impostazioni cookie o cliccando "Accetta", allora stai dando il tuo consenso.

Chiudi