Abbiamo intervistato Mariano Improta ideatore del “Il Funghetto” da qualche mese sbarcato con uno Shop al Vomero.
 
 
Ciao Mariano, come nasce l’idea ed il concept de “Il Funghetto”?
 
Il FUNGHETTO è l’alternativa al dolce e alla pasticceria tradizionale, questo simpatico mangia&bevi nasce per offrire l’opportunità di gustare una crema hot or cold attraverso un muffin con l’ausilio di una cannuccia.
Il concept “che prende nome ovviamente dal MUST dei prodotti di gamma de IL FUNGHETTO” prende forma intorno alla vision FBR food and beverage revolution, plasmando il concept del FAST food; si presenta infatti in chiave moderna con una linea di prodotti innovativi, a marchio studiati per  rivoluzionare il classico concetto di pasticceria, in definitiva niente più dolci stantii in vetrina ma preparati al momento e  in pochi minuti,sotto gli occhi del cliente
 
 
Siete partiti da Somma Vesuviana per poi sbarcare nel cuore del Vomero, che riscontro hai ottenuto in questi primi mesi?
 
Anzitutto cominciamo col dire che il Vomero è per antonomasia il cuore pulsante dellinnovation food di Napoli, dove tutte le idee più stravaganti ed innovative raccontano il coraggio degli imprenditori che ci vivono, e noi non potevamo non esserci! apportando nuova linfa alla moltitudine di scelte gastronomiche già presenti al VOMERO.
Vorrei sottolineare che il primo store de IL FUNGHETTO sarebbe dovuto nascere a Milano, che sarà invece lo store 2.0, poiché fortemente ne ho voluto la paternità napoletana, certo che i giovani partenopei facciano propria quest’idea rivoluzionaria. Non è stato affatto semplice arrivare al Vomero, da “provinciale” ho dovuto superare molte resistenze e preconcetti sociali, e soprattutto trovare un locale con le caratteristiche adatte a vestire il format “IL FUNGHETTO” più facile a dirsi che a farsi , ma posso già affermare che l’apertura di pochi mesi fa in via Kerbaker 96 è stata una scelta appropriata, e che in ottobre “periodo favorevole per la nostra merceologia” ci offrirà la massima visibilità.
 
 
 
Oltre alle versioni da voi proposte c’è la possibilità di personalizzarlo, i clienti si sbizzarriscono nel provare versioni particolari?
 
Parola d’ordine Personalizzazione,  in verità la versatilità dei prodotti che proponiamo è la chiave innovativa dello store, una volta entrati infatti troverete i prodotti descritti su schermi interattivi, dai quali potrete scegliere la farcitura che più vi identifica, e in pochi minuti vederla realizzata al banco
 
Avete sia la versione estiva che invernale de “Il Funghetto”, dobbiamo aspettarci altro? Stiamo già lavorando a versioni del funghetto gluten Free,senza lattosio ed uno special taste per i vegani, ed inoltre versioni ancor più particolari vi attendono e che per ora lasciamo topsecret.
 
 
Oltre il classico Funghetto proponete altri prodotti, ci racconti qualcosa di più?
 
Come ho già descritto l’obiettivo del team il funghetto è quello di riqualificare rimodellare e rimettere sul mercato prodotti provenienti da tutto il mondo in chiave moderna, un esempio pratico sono i nostri TIKA ! 2 strati di soffici pancake caldi serviti in una classica tazza giapponese, con sopra due bacchette di cioccolato in chiave orientale, o la sarvietta che ricorda un taco in questo caso con gelato a scelta decorata da granella e topping e a breve la new entry “il fungotto ” ,sono solo alcuni dei prodotti che hanno innescato il processo di innovazione del dolce che parte da Napoli.